Allattamento Casi particolari

Posso allattare dopo un taglio cesareo?

Iniziamo dal principio. 

Il taglio cesareo è un intervento che necessita di una anestesia epidurale, talvolta totale.

Ma è vero che per via dell’anestesia non avrò la montata?

Falso. Il farmaco utilizzato per l’analgesia epidurale (o talvolta totale in caso di emergenza) risulta compatibile con l’allattamento materno (per info

telefonorosso@policlinicogemelli.it

mammaebambino@marionegri.it

http://www.e-lactancia.org/ mettendo il nome del principio attivo del medicinale

Centro Antiveleni e Tossicologia Ospedale Papa Giovanni XXIII – BG. Tel. 800 883300)

quindi non compromette la produzione e non provoca danni al tuo bambino.

Una febbre bassa nella madre è comune durante i primi giorni dopo un parto cesareo e non dovrebbe essere un motivo per separare la mamma e il bambino.  Questo implica che la montata lattea non avrà alcun impedimento. 

Ricordiamo che è fisiologica una montata che avviene dal 2-3* giorno ma anche dal 7* o 10*.

Di cos’hai bisogno per avviare al meglio il vostro allattamento?

Di fiducia in te stessa e nel tuo bambino e di sostegno! Dal personale sanitario, dalla tua famiglia, dai tuoi amici. 

Ricorda che non è normale avvertire dolore in allattamento nemmeno dopo un TC.

Quindi prenditi del tempo per recuperare sia a livello fisico che psicologico, prenditi del tempo per conoscerti come Madre e conoscere il tuo bambino appena arrivato.

Alcune madri scoprono di avere un recupero più lento del loro normale livello di energia rispetto a se avessero avuto un parto vaginale.  Poiché un parto cesareo è considerato un intervento chirurgico addominale maggiore, fai attenzione a non sollevare o spostare nulla che sia più pesante del tuo bambino per almeno 6 settimane o fino al controllo postnatale, mentre il tuo corpo ha il tempo di riprendersi.

In quale posizione posso allattare?

Per via della ferita che sentirai tirare o pizzicare è bene trovare una posizione tua e del bambino che non ti crei disagio e permetta al bimbo di poppare con serenità.

Vediamone alcune:

*BIOLOGICAL NURTURING: 

posizione semisdraiata o reclinata con il bimbo sdraiato pancia a pancia o sul fianco per evitare che tocchi con i piedini la ferita.

Fatti aiutare dai cuscini per sostenere la schiena e, nel caso, le gambe.

*DISTESA SUL FIANCO: ti aiuterà anche in futuro quando, se vorrai, allatterai da sdraiata in bedsharing.

Il braccio sotto la testa può essere posto sotto il cuscino in caso di seno di piccole dimensioni oppure sopra in caso di seno di medie o grandi dimensioni.

Ricorda che il bimbo deve essere sempre posto di fronte a te e mai supino con il capo rivolto verso il seno.

Fai delle prove, se senti indolenzimento o dolore non resistere ma cambia posizione.

Di seguito sono riportate le istruzioni dettagliate su come raggiungere la posizione sdraiata su un fianco (in un letto d’ospedale) dopo un cesareo:

  • Inizia con il letto in posizione piana e le sponde laterali in alto.
  • Usa cuscini extra dietro la schiena per un supporto maggiore.
  • Girati con cautela su un lato mentre afferri la sponda laterale e rilassi i muscoli addominali.  Muoviti lentamente per evitare sforzi.
  • Per proteggere l’incisione dai calci del bambino, coprire l’addome con un piccolo cuscino o un asciugamano.
  • Posiziona un cuscino tra le gambe per ridurre al minimo lo sforzo sui muscoli dello stomaco.
  • Appoggiati sui cuscini dietro la schiena.

Liberamente tratto da:

https://www.breastfeeding.asn.au/bf-info/breastfeeding-after-caesarean-birth

Samantha Mazzilli

Mamma della provincia di Varese.
Dal 2016 Peer Counselor (Custodi del Femminino ®️) in Allattamento Materno.
Custode della Nascita ®️ per offrire supporto e sostegno pre e post gravidanza Educatrice Mestruale®️ in attesa di colloquio finale.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *